La guida definitiva nella scelta di una muta

Cosa bisogna sapere prima di comprare una muta

Una muta è una delle componenti più importanti dell’attrezzatura di qualsiasi appassionato degli sport acquatici. Costituita dal neoprene, un materiale isolante e flessibile, le mute tengono il corpo caldo grazie a delle bolle nel neoprene che catturano l’aria calda, e da una felpatura interna che amplifica l’isolamento termico riuscendo a catturare maggior calore al contatto con la pelle.

Ciò non significa, tuttavia, che una muta leggera non sia necessaria anche in estate. Anche quando fuori fa caldo, la temperatura corporea potrebbe abbassarsi velocemente in acqua fredda, perciò è importante indossare qualcosa che ci mantenga caldi. Oltre a mantenere la temperatura costante, lo strato aggiuntivo aiuta a proteggere il corpo da possibili graffi, lividi, vento freddo e dalle dannose radiazioni UV. Le bolle d'aria nel neoprene ti danno anche un po' di galleggiamento in più!

Dunque, scegliere la muta perfetta non è così facile.

Decidere quali caratteristiche sono più adatte alle proprie necessità, e scegliere tra diverse e incredibili svariate opzioni può essere arduo, soprattutto se si è in procinto di acquistare la prima muta. Fortunatamente, abbinare le persone con la migliore muta per loro è la nostra area di competenza, quindi abbiamo messo insieme questa semplice guida passo passo con tutto ciò che bisogna sapere scegliendo la propria muta.



1. DI QUALE SPESSORE SI NECESSITA?

Più il neoprene è spesso più è caldo ma anche meno flessibile. Le mute sono disponibili in diverse combinazioni di spessore, misurato in millimetri, e visibile nella descrizione della muta con uno, due o tre numeri.

Il primo numero indicato, X, si riferisce allo spessore del neoprene in corrispondenza del busto, dove si necessita maggiore isolamento termico. I numeri successivi, Y e Z, si riferiscono allo spessore in corrispondenza delle braccia e delle gambe, dove si necessita maggiore flessibilità e non sarà necessario maggiore isolamento termico.

Wetsuit thickness table

Ciò di cui si ha bisogno dipende da dove (e quando!) si ha intenzione di usare la muta.

Come punto di partenza, bisogna controllare la temperatura media delle acque nella località interessata in quel determinato periodo dell’anno in cui si sta pensando di farne maggiore uso, così da poter scegliere l’opzione che meglio si adatta alla nostra guida.

  • 18-24°C
  • 12-18°C
  • 9-12°C
  • 6-9°C
  • 0-6°C
  • 1-2 mm MUTE CORTE

    • Opzione più sottile disponibile.
    • Super leggere ed elastiche, da impedire il surriscaldamento del corpo o l’affaticamento nei movimenti.
    • Ideale per proteggere dal vento mattutino in estate offre anche una protezione dai raggi UV.
    • Disponibili con maniche lunghe, corte, smanicate, oppure con lunghezza intera o media.
    • Un paio di pantaloncini da surf e un top in neoprene o in lycra sono dei validi alleati quando fa tanto caldo.
    • Non saranno necessari dei calzari per conferire calore in queste condizioni climatiche, ma un paio di scarpe in neoprene da 1 o 2 mm aiuteranno a proteggere i piedi se ci si trova su coste rocciose.
    1-2mm Shorty Wetsuit
  • 3/2 mm MUTE INTERE

    • Lo stile delle mute più polorare.
    • Sono disponibili delle soluzioni molto versatili, ideali per le sessioni di surf estive o autunnali. Se si considera di indossarle specialmente in autunno, è più consigliabile optare per una muta con delle cuciture invisibili ed incollate (GBS) piuttosto che le cuciture piatte o “flatlock”, per ridurre l’ingresso di acqua fredda all’interno della muta.
    • Perfette per chi sta intraprendendo gli sport acquatici per la prima volta e necessita di un capo affidabile e versatile che sia spesso 3 mm nell’area del busto, e 2 mm nell’area delle gambe e delle braccia.
    • Copertura e protezione completa ma tanta flessibilità nei movimenti.
    • Alcune delle nostre mute da 3/2 mm includono inoltre un rivestimento termico interno o felpatura per offrire maggiore protezione durante l’autunno. Per saperne di più riguardo alle felpature.
    3/2mm Full Wetsuit
  • 4/3 mm MUTE INTERE

    • Ideali per le sessioni in acque fresche e fredde.
    • Le migliori per le acque autunnali nelle aree più a Nord, costituiscono, inoltre, dei validi alleati durante il periodo di transizione tra la stagione invernale a quella estiva.
    • Lo spessore di 4 mm nell’area del busto e di 3 mm negli arti superiori ed inferiori, rende la muta più calda di una 3/2 mm e offrirà maggiore protezione dal vento e dalla brezza autunnale.
    • Per queste temperature, è consigliabile disporre di calzari e guanti oltre alla muta.
    4/3mm Full Wetsuit
  • 5/4 o 5/3 mm MUTE INTERE

    • Ideali per chiunque volesse fare delle sessioni durante i mesi invernali, sono i migliori spessori per delle mute invernali.
    • Lo spessore di 5 mm nell’area del busto e di 4 o 3 mm negli arti superiori ed inferiori.
    • È molto importante, inoltre, considerare la felpatura interna, presente nella maggior parte delle nostre mute intermedie e professionali.
    • Non possono mancare dei calzari e dei guanti.
    • Un cappuccio in neoprene potrebbe anche essere una buona idea.
    5/4 or 5/3mm Full Wetsuit
  • 6/5 mm MUTE INTERE

    • Ideali per coloro che inseguono le mareggiate invernali, particolarmente nei paesi del Nord Europa.
    • Lo spessore di 6 mm nell’area del busto e di 5 mm negli arti superiori ed inferiori, consentiranno di sentirsi a proprio agio.
    • Vale la pena considerare che una muta più spessa potrebbe essere leggermente meno flessibile, ma sempre meglio di sentire freddo!
    • Calzari, guanti e cappuccio sono un must per queste condizioni.
    6/5mm Full Wetsuit

Una volta che si è scelta la migliore opzione in base alla temperatura delle acque, bisogna comprendere se, in determinate condizioni, aggiungere un ulteriore millimetro allo spessore della muta suggerito:

  • Il clima: Se è particolarmente ventoso, si avrà necessità di un capo più spesso che protegga dal vento freddo.
  • Il cambio stagione: La temperatura delle acque è più calda agli inizi dell’autunno, ma la temperatura dell’aria andrà precipitando, portando a sentire più freddo fuori dall’acqua. Agli inizi della primavera, nonostante il clima stia diventando più mite, la temperatura delle acque è la più fredda.
  • Preferenza personale: Se si riconosce di sentire freddo più velocemente degli altri, non c’è assolutamente niente di male nel preferire una muta più spessa.

2. DI QUALE TAGLIA SI NECESSITA?

Se non si conoscono ancora le proprie misurazioni, abbiamo stilato una nostra guida per la misurazione del corpo.

Non tutti i brand seguono gli stessi riferimenti nella selezione delle taglie, dunque, dopo aver scelto la propria muta di un brand conosciuto, è sempre importante confrontare i riferimenti di misurazione con le rispettive guide alle taglie, disponibili nella pagina di ciascuna muta. È anche possibile confrontare le taglie da alcuni dei nostri band più popolare.

Non si è sicuri di quanto stretta una muta debba essere? Dopo che una muta sia stata provata, questa dovrebbe essere percepita come una seconda pelle. Ci si dovrebbe sentire in grado di potersi abbassare e toccare i piedi (o come si è in grado di fare normalmente) e di riuscire a muovere comodamente le spalle e le braccia. Tuttavia, una muta non può vestire ampia in nessuna area del corpo poiché lascerebbe entrare continuamente acqua fredda all’interno.


3. QUALE SISTEMA DI ENTRATA È IL MIGLIORE?

Il sistema di entrata è semplicemente lo stile della zip nella muta. Ciò determina non solo la facilità di indossare o di togliere la muta ma anche la flessibilità nella parte superiore del corpo dato che le zip non sono elastiche. Decidere quale sia la migliore dipende principalmente dal bilanciare la durata del prodotto e la semplicità per indossarla con quanta flessibilità si richiede alle spalle. Gli atleti professionisti richiederanno la massima flessibilità possibile per potersi spingere al limite, proprio come un surfista occasionale o un principiante sceglierà la durata come propria priorità.

  • Back Zip
    Back Zip
  • Chest Zip
    Chest Zip
  • Zipperless / Zip-Free
    Zip-Free

4. QUALE TIPO DI CUCITURA CERCARE?

Oltre a tenere insieme una muta, le cuciture sono molto più importanti di quanto si possa pensare poiché:

  • Lasciano entrare acqua - dato che le cuciture comportano la creazione di piccoli fori nel neoprene, possono determinare delle perdite, a seconda del metodo impiegato.
  • Limitano i movimenti - dato che le cuciture sono la seconda parte meno flessibile della muta (dopo la zip). Meno cuciture possono significare più flessibilità; diversamente, più cuciture (cioè più pannelli di neoprene tagliati separatamente) generalmente offriranno una muta migliore.

Quindi, se si ha bisogno della massima flessibilità o se si è in una località particolarmente fredda, bisogna prestare molta attenzione alle cuciture.

  • Flatlock Seams
  • Blindstitch Seams
  • Taped Seams
  • Sealed Seams
  • Flatlock Seams

    CUCITURE PIATTE / FLATLOCK

    Questo metodo di cucitura consiste nel collocare l’estremità di un pannello all’estermità dell’altro e cucirli insieme. Ciò permette di ottenere una cucitura resistente alquanto flessibile ma determina anche dei fori nel neoprene che causano delle perdite d’acqua. Ciò significa che le cuciture piatte sono generalmente impiegate nelle mute estive.

  • Blindstitch Seams

    CUCITURE INCOLLATE ED INVISIBILI / GBS

    Le mute di alto livello ed invernali sono generalmente caratterizzate dalle cuciture incollate ed invisibili poiché ne assicurano minore entrata di acqua all’interno, migliore flessibilità e la resistenza migliore che si possa trovare. È spesso nominata come “Glued Blind-Stitched o GBS”, poiché le estremità dei pannelli sono incollate tra loro prima di essere cucite. Inoltre, la cucitura penetra parzialmente i pannelli di neoprene, così permettendo di ottenere delle cuciture solide e più asciutte.

  • Taped Seams

    NASTRATE

    Un nastro viene applicato all’interno della cucitura, laddove si necessita maggiore elasticità, al fine di renderla più resistente ed asciutta. Agisce come una extra-barriera per evitare un maggiore afflusso di acqua all’interno della muta. Quando si hanno delle nastrature strategiche significa che è stata soltanto applicata nei punti ad alto stress, mentre le cuciture completamente nastrate sono quelle completamente rivestite e rinforzate.

  • Sealed Seams

    SIGILLATE

    Una gomma liquida è versata sulle cuciture per renderle interamente impermeabili. In alcuni generi di mute, questo procedimento è eseguito sia all’interno che all’esterno delle cuciture. Spesso si avrà modo di notare che possono essere nominate come “sigillo liquido”, “sigillo fluido” o “saldate”.

5. È NECESSARIA UNA FELPATURA?

  • COS’È UNA FELPATURA?
  • SERVE?
  • QUAL È LA MIGLIORE?
  • Wetsuit Lining

    Una felpatura, o un rivestimento termico, è uno strato isolante aggiuntivo che si trova all’interno della muta, principalmente a partire da quelle di livello intermedio a quelle professionali. I materiali impiegati saranno ugualmente elastici e leggeri come anche idro-repellenti e ad asciugatura rapida, in modo da poter evitare la sensazione di avere una muta pesante e intrisa d’acqua a contatto con la pelle.

    Grazie ad una tecnologia molto avanzata, molti brand stanno riuscendo a creare la propria felpatura leggera, super termoisolante che meglio trattenga il calore senza dover necessariamente ricorrere ad un neoprene più spesso. Questa è una delle migliori caratteristiche da cercare in una muta in quanto un neoprene più sottile equivale a maggiore elasticità: ciò fa molta differenza se si sta surfando nelle acque fredde.

  • Wetsuit Lining

    Quando fa freddo, una felpatura è un valore aggiunto alla muta, conferendo calore senza dover necessariamente sacrificarne la flessibilità. Tuttavia, ciò non significa che si vorrà sempre una felpatura anche se disponibile. Sebbene questi materiali stiano diventando sempre più leggeri e flessibili, per le sessioni di surf nei periodi più caldi non se ne avrà bisogno; per le competizioni o per sport acquatici estremi, la flessibilità va preferita all'isolamento termico, poiché il movimento rende più caldi.

    Se si sceglie una felpatura, è importante notare che l'area coperta può variare per ogni muta. In pratica, più si è disposti a pagare per la muta più copertura si ottiene. Se si esce regolarmente in inverno, vale la pena considerare l'upgrade. Alcune mute, quali quelle per principianti o quelle estive, non avranno nessuna felpatura; al contrario, certe mute saranno completamente felpate (1), alcune solo le gambe e il torso (2) e altre ancora potrebbero avere solo un pannello singolo nel lato frontale del busto (3), per proteggere al meglio il torso.

  • I brand da surf più popolari continuano ad innovare e rivoluzionare i propri design per produrre delle felpature più leggere, più calde e più elastiche. Svariate sono le opzioni disponibili.

    Eccone alcuni esempi:


6. QUANDO INDOSSARE DEGLI ACCESSORI INSIEME ALLA MUTA?

Dopo aver scelto la propria muta, è importante avere anche i giusti accessori. Questo permetterà di aumentare il potenziale della muta a seconda della stagione se si ha un budget limitato, e di avere un equipaggiamento versatile nelle condizioni climatiche variabili.

  • Stivali
  • Guanti
  • Hoods

Dopo aver letto questa guida, ci si dovrebbe sentire preparati su come scegliere la muta perfetta. Adesso manca solo di acquistarne una...

Visiting from United States?

US Flag Continua nel CH

Your browser is extremely out of date. We strongly recommend that you try a different browser for the best experience when using our website. Close.